fbpx
Argomento: Maria

15 agosto 2019 Luca 1, 39-56

Prendersi cura, in fondo, altro non è che diventare pane da consegnarsi, diventare pane da donarmi. Gesù spezzò il Pane e si diede da mangiare. Noi spezzandoci perché amanti diverremo portatori di vita, salvatori salvati grazie a quella piccola carezza ricevuta e donata.

23 novembre 2018 Luca 19, 45-48

Così Cristo incarnato vivrà la crocifissione come unica rivelazione di Dio. Così manifesterà la sua passione per l’uomo vivendo il mistero della passione e morte. Così verrà a galla quella Parola che è già da subito realtà: Dio che è amore infinito, pieno di grazia e di misericordia.

21 novembre 2018 Luca 19, 11-28

Accogliere le monete e farle fruttificare significa questo: divenire come Lui, misericordioso come il Padre. La moneta non serve per arricchire davanti agli uomini, ma davanti a Dio Padre: farla fruttare non vuol dire accumulare con avidità, ma donare con generosità.

22 agosto 2018 Luca 1, 26-38

Il respinto diventa l’accolto; il non amato diventa l’amato; l’inatteso diventa l’atteso. Per questo l’Eccomi di Maria, come il nostro, diventa uno scoppio di gioia e di servizio. Si è compreso il segreto della vita: a noi viverlo sobbalzando di gioia.
Noi siamo attesa nell’intimo del nostro essere. Per questo quando diventiamo attesa o siamo attesi la gioia fa nascere e scoppiare la vita in ogni dove.

15 agosto 2018 Luca 1, 39-56

Donaci, o Maria, un cuore aperto alle sofferenze dei nostri fratelli. Donaci occhi gonfi di tenerezza e di speranza, per potere essere pronti ad intuire le necessità del prossimo. Occhi come quelli che avesti a Cana di Galilea. Occhi di cuore che tu avesti nel tuo metterti in viaggio verso la regione montuosa dove Elisabetta era in attesa.

31 maggio 2018 Luca 1, 39-56

Maria è la donna del primo passo. Si alza in piedi e da risorta muove i propri passi verso la montagna. È in casa, nel suo quotidiano. La montagna si presenta a lei con tutte le fatiche e le difficoltà di ogni giorno. Di fronte a questa realtà non indugia, non accampa scuse coperte da quel velo di prudenza che è la nostra paura.

Share This